40% di sconto sugli oli cbd da 30 ml, solo per un periodo limitato

Cos'è il THC?

Sommario

  • Il THC (o tetraidrocannabinolo) è un cannabinoide presente in varie specie della pianta di cannabis
  • È il principale composto inebriante della pianta, il che significa che rende l'utente "fatto".
  • Il THC produce i suoi effetti di alterazione mentale legandosi ai recettori dei cannabinoidi del cervello e disturbando varie funzioni mentali e fisiche
  • Oltre al suo potenziale inebriante, il THC ha anche varie proprietà medicinali e può essere efficace nel gestire numerose condizioni di salute, tra cui il dolore cronico, l'insonnia e la depressione

Se avete sentito parlare della cannabis, allora probabilmente avete sentito parlare del THC. Perché?

Perché il THC è il principale componente inebriante della pianta, responsabile di far "sballare" i consumatori di cannabis. Per chi è interessato ad acquistare prodotti a base di CBD o marijuana, è importante non solo capire le implicazioni di sicurezza del consumo di THC, ma anche essere consapevoli dei suoi potenziali usi medicinali.

 In questo articolo, copriremo tutte le informazioni che devi sapere su questo composto.

cos'è il thc

Cos'è il THC?

Il THC è uno dei 113 cannabinoidi conosciuti nella pianta di cannabis. Molti di questi, compresi CBD e CBG, hanno proprietà terapeutiche.

 Come già detto, il THC (tetraidrocannabinolo) è di natura intossicante. Questo significa che quando una persona lo consuma, può alterare il suo stato mentale e produrre una sensazione di euforia. In parole povere, rende l'utente "fatto". A parte il suo potenziale inebriante, il THC ha anche dimostrato di essere efficace nella gestione di una serie di condizioni mediche, tra cui:

  • PTSD
  • Disturbi alimentari
  • Nausea
  • Epilesia
  • Dolore cronico
  • Insonnia
  • Ansia
  • Depressione

Come interagisce il THC con il corpo umano?

Il THC imita l'attività dei neurotrasmettitori, che sono sostanze chimiche che portano messaggi da una parte del corpo al cervello e viceversa. Il composto produce effetti di alterazione mentale attaccandosi ai recettori dei cannabinoidi nel cervello e attivandoli, il che disturba il normale comportamento del sistema endocannabinoide (ECS), insieme a varie funzioni mentali e fisiche, tra cui il movimento, la coordinazione, il piacere, il pensiero, la memoria, la concentrazione, l'esperienza sensoriale e la percezione del tempo.

 Il THC può anche modificare il funzionamento dell'ippocampo e della corteccia orbitofrontale, che sono aree del cervello responsabili della creazione di nuovi ricordi e della direzione dell'attenzione. Di conseguenza, il THC può influenzare negativamente la coordinazione, i tempi di reazione, il pensiero, l'equilibrio e persino la postura di una persona.

 Oltre a questi effetti, il THC stimola anche il cervello a rilasciare sostanze chimiche come la dopamina, che è legata alle sensazioni di piacere. Questo significa che ogni volta che una persona consuma THC (per esempio, fumando marijuana), il sistema di ricompensa del suo cervello viene stimolato, e quindi diventa sempre più motivato a usare la sostanza ancora e ancora. Per questo motivo, la marijuana e altre sostanze contenenti THC hanno il potenziale di creare dipendenza o problemi di dipendenza.

CBD vs THC

Come il THC, il CBD (cannabidiolo) è un cannabinoide che si trova naturalmente nella pianta di cannabis. Mentre entrambi i composti hanno vari usi medicinali, differiscono in un modo importante: Il THC è intossicante e il CBD non lo è.

 C'è una certa sovrapposizione nelle loro proprietà terapeutiche, con il CBD comunemente usato per gestire condizioni mediche come le malattie infiammatorie intestinali (IBS), dolore cronico, convulsioni, nausea, depressione e ansia. Mentre molti studi scientifici verificano l'efficacia del CBD, sono necessarie ulteriori ricerche per capire il suo impatto su specifiche condizioni di salute.

 È quindi probabile che il CBD sarà al centro di molte ricerche nei prossimi anni. L'ingrediente principale dei prodotti a base di CBD è l'olio di CBD. Questo olio è disponibile in due forme: olio ad ampio spettro e olio a spettro completo. La differenza principale tra i due è la quantità di composti che contengono.

 Un prodotto CBD che contiene una miscela di estratti vegetali naturali come terpeni e altri cannabinoidi, e fino allo 0,3% o più di THC, è considerato un prodotto CBD ad ampio spettro. Mentre i prodotti CBD ad ampio spettro contengono anche molti composti vegetali, essi sono completamente privi di THC, o ne contengono quantità trascurabili (tracce), cioè meno dello 0,3%. Ciò significa che il CBD ad ampio spettro è garantito come non inebriante e sicuro da usare.

 Per sapere come prendere il CBD, clicca qui.

CBD vs THC: Effetti collaterali

La maggior parte delle sostanze ha il potenziale di causare effetti collaterali indesiderati.

 Tuttavia, poiché sia il CBD che il THC sono composti organici, le reazioni avverse sono molto rare. Tuttavia, pensiamo che sia importante essere consapevoli dei possibili effetti collaterali, quindi ne abbiamo incluso un elenco qui sotto.

 Se dopo l'uso soffri di uno dei seguenti effetti, potrebbe significare che devi diminuire il tuo consumo di prodotti CBD.

 È sempre consigliabile iniziare con un basso dosaggio di CBD e aumentarlo gradualmente fino a trovare la quantità ottimale. Consigliamo il 5% o il 10% di olio di CBD come buon punto di partenza.

 Inoltre, se stai assumendo altri farmaci insieme al CBD o al THC, consulta il tuo medico per confermare se questo potrebbe causare effetti collaterali negativi.
 La ricerca indica che, in rari casi, il consumo di THC può causare:

  • Aumento del battito cardiaco
  • Bocca secca
  • Occhi arrossati
  • Problemi di memoria
  • Ansia
  • Problemi di coordinazione
  • Reazioni lente

Allo stesso modo, gli effetti collaterali non comuni del consumo di CBD includono:

  • Diarrea
  • Vertigini
  • Perdita di peso
  • Affaticamento
  • Problemi di appetito

Vale la pena ripetere che questi effetti collaterali sono sperimentati raramente, e si può essere certi che entrambi i composti, se presi in quantità sicure, non influenzano le normali funzioni corporee o causano tossicità. Perché questi composti siano fatali, è necessario consumarne grandi quantità. Si consiglia ai nuovi utenti di iniziare in piccolo con il CBD e di aumentare le dosi solo se necessario o se non si sentono gli effetti desiderati con un dosaggio inferiore.

CBD vs THC: test antidroga

I test antidroga sono talvolta eseguiti in occasione di procedimenti giudiziari o come requisito di alcuni contratti di lavoro.Dato che il CBD e il THC sono generalmente immagazzinati nei depositi di grasso del corpo, questo significa che possono comparire nel test antidroga anche settimane dopo averne fatto uso.

 Tuttavia, poiché il CBD è legale per il consumo, i test antidroga di solito controllano solo il THC. Se c'è la possibilità che vi venga richiesto di sottoporvi a un test antidroga, è importante che vi assicuriate che qualsiasi prodotto CBD che state usando sia testato da terzi, specialmente se sostiene di essere privo di THC.

Chiunque può affermare che il prodotto non contiene THC, ma solo i test di terzi possono garantire che il prodotto che stai usando è quello che dice di essere. Alla Naturecan, ci assicuriamo che tutti i nostri prodotti siano sottoposti a un rigoroso processo di test di terze parti che consiste in almeno sei fasi, in modo che tu possa essere certo dell'integrità e della sicurezza dei nostri prodotti.

CBD vs THC: Break-down

ProprietàCBDTHC
L'uso è illegaleNoSi
Può indurre euforiaNoSi
Produce gravi effetti collateralirariPuò sballare
Risulterà nei test antidrogaNo, se il contenuto di THC del prodotto è <0,01%Si
Supporta la salute mentaleSiIn casi specifici
Ha proprietà antinfiammatorieSiSi
Ha comprovati usi mediciSiSi

THC nei Prodotti CBD 

Mentre il THC non è legale per il consumo di per sé, è presente in piccole e sicure quantità nei prodotti CBD. Per garantire che i prodotti CBD di Naturecan contengano livelli non rilevabili di THC (meno dello 0,01%), sottoponiamo il nostro olio a un esteso processo di purificazione per rimuovere il più possibile il THC e rendere i nostri prodotti completamente sicuri per l'uso. Per ragioni legali, è importante che i venditori come noi informino i clienti dei vari passaggi che i prodotti hanno subito per renderli sicuri per l'uso.

 Mentre il CBD e il THC sono presenti sia nella pianta di cannabis che in quella di canapa, il CBD derivato dalla cannabis ha spesso un maggiore contenuto di THC, mentre il CBD derivato dalla canapa ha concentrazioni inferiori. Una tipica pianta di cannabis può contenere fino al 12% di THC.

Il THC è legale nel Regno Unito?

Nel Regno Unito è illegale vendere un prodotto CBD che abbia concentrazioni di THC superiori allo 0,2%. Per essere approvato per la vendita nel Regno Unito, qualsiasi prodotto CBD deve avere un certificato di verifica di terzi da un laboratorio ISO accreditato.

 Questo certificato viene dato solo ai prodotti che hanno THC inferiore allo 0,01%. È importante notare qui che i fiori di CBD sono ancora illegali per essere venduti anche se le concentrazioni di THC sono inferiori allo 0,2%. Gli integratori di CBD o i prodotti alimentari d'altra parte richiedono una Novel Food Application. Questo richiede una licenza speciale che richiede molto tempo per essere acquisita.

Il CBD è legale?

Gli isolati di CBD e i prodotti CBD ad ampio spettro sono sicuri e legali da consumare nel Regno Unito, poiché contengono quantità trascurabili di THC, e non c'è rischio di intossicazione. Mentre il THC è illegale da vendere di per sé, ad alcune persone può essere concesso un permesso speciale per assumerlo per alcune condizioni mediche.   

Conclusioni

Sia il CBD che il THC offrono una serie di potenziali benefici per la salute e sono perfettamente sicuri se consumati nelle giuste concentrazioni. I prodotti a base di CBD in particolare hanno dato a molte persone un modo sicuro e semplice per aumentare il loro benessere e migliorare la loro qualità di vita. Hanno anche fornito benefici che cambiano la vita a persone per le quali la medicina convenzionale si è dimostrata inefficace. I benefici del CBD sono di così ampia portata che può essere dato anche agli animali domestici per migliorare la loro salute.

Fonti

  • https://www.sciencedirect.com/topics/neuroscience/tetrahydrocannabinol
  • https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK563174/
  • https://www.drugabuse.gov/publications/research-reports/marijuana/how-does-marijuana-produce-its-effects
  • http://www.who.int/medicines/access/controlled-substances/5.2_CBD.pdf
  • https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4987131/
  • https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3202504/