Spedizioni gratuite su tutti gli ordini spendendo 20€

Cos'è il sistema endocannabinoide?

Riassunto: 

  • Il sistema endocannabinoide (ECS) è un complesso sistema di segnalazione cellulare presente in tutto il corpo. 
  • Regola molti processi vitali, tra cui il sonno, il dolore, l'umore e l'appetito. 
  • L'ECS consiste di tre parti chiave: endocannabinoidi, recettori dei cannabinoidi ed enzimi. 
  • Il CBD può sostenere il funzionamento dell'ECS e contribuire al mantenimento di uno stato interno equilibrato. 

Quando è stata l'ultima volta che hai pensato a come sta andando il tuo sistema endocannabinoide? Era ieri, un mese fa, o forse mai?

Ci viene costantemente ricordato che per sentirci bene dobbiamo mangiare bene, esercitare regolarmente e dormire almeno 7 ore ogni notte. Ma se sei qui per capire meglio il sistema endocannabinoide, allora potresti già sapere che c'è di più per sentirsi bene che una dieta sana, un buon esercizio fisico e molto sonno.

Cos'è dunque il sistema endocannabinoide? Cosa succede quando non funziona correttamente? E, soprattutto, cosa hanno in comune il sistema endocannabinoide e il CBD? Scopriamolo!

Cos'è il sistema endocannabinoide?

Scoperto negli anni '90, il sistema endocannabinoide (chiamato anche ECS) è stato un argomento caldo nell'industria della salute e del benessere.

L'ECS è stato esplorato da scienziati e professionisti medici specializzati in varie malattie, da problemi di dolore cronico e condizioni gastrointestinali a bellezza e nutrizione.

Quindi, cos'è il sistema endocannabinoide e come funziona?La spiegazione più semplice è che si tratta di un sistema biologico nel corpo umano che aiuta a far sì che i tuoi organi, e tutto il tuo corpo, rimangano in equilibrio.L'ECS consiste di tre parti distinte:

  • Endocannabinoidi
  • Recettori dei cannabinoidi (CB1 e CB2)
  • Enzimi

Il ruolo del sistema endocannabinoide è quello di partecipare silenziosamente alla gestione di vari processi nel tuo corpo, che molto probabilmente dai per scontato.

 L'infiammazione e i livelli di dolore, l'appetito, la qualità del sonno e diverse risposte emotive come l'ansia e lo stress sono solo alcuni che vale la pena menzionare.

Cosa sono gli endocannabinoidi?

Ora che abbiamo risposto alla domanda su cosa sia il sistema endocannabinoide, possiamo concentrarci sul ruolo dei singoli attori.

Gli endocannabinoidi sono i messaggeri del sistema endocannabinoide. Sono molecole prodotte nelle vostre cellule nervose, e il loro scopo principale è quello di portare vari messaggi a diverse parti del corpo per aiutare a soddisfare i suoi desideri e bisogni.Il tuo corpo può produrre vari tipi di endocannabinoidi, e ognuno di essi può portare un messaggio diverso con un risultato diverso.

Ma un fattore rimane sempre lo stesso - gli endocannabinoidi sono lì per assicurarsi che il tuo corpo e i tuoi organi sappiano come rispondere correttamente alle varie esigenze e sfide.

Cosa sono i recettori dei cannabinoidi?

Naturalmente non è sufficiente inviare un messaggio - deve anche essere ricevuto, compreso e messo in pratica. E questo è il compito dei recettori dei cannabinoidi.

 Noi, come esseri umani, abbiamo oltre 20 tipi diversi di recettori dei cannabinoidi, ma i recettori CB1 e CB2 sono i più noti, e si trovano in abbondanza nel corpo umano. Il ruolo principale dei recettori dei cannabinoidi è quello di cambiare l'intensità di vari processi nel corpo. Il tipo di processo dipende da quale recettore viene usato e dove si trova.

 Il tuo cervello, per esempio, è pieno di recettori CB1. Questi recettori sono anche distribuiti in tutto il sistema nervoso, giocando un ruolo in funzioni come il movimento, il pensiero, la memoria e il dolore. I recettori CB2, d'altra parte, possono essere trovati in parti del corpo che sono responsabili di varie risposte immunitarie. La maggior parte delle parti del corpo avrà un mix di vari recettori, ma alcune potrebbero avere più di uno rispetto all'altro.

Cosa sono gli enzimi?

Il ruolo degli enzimi nel sistema endocannabinoide è semplice: sono dei tritacarte. Quando un endocannabinoide ha finito il suo lavoro di inviare un messaggio al destinatario corretto, gli enzimi intervengono e lo dissolvono, assicurandosi che lasci il nostro corpo in modo sicuro. Gli enzimi permettono anche ai nostri recettori di tornare al loro stato originale, rendendo possibile che un nuovo endocannabinoide si attacchi al recettore e che un nuovo messaggio arrivi.

Come funziona il sistema endocannabinoide?

Un ECS sano funziona continuamente e senza soluzione di continuità. In primo luogo, i messaggi sono inviati attraverso gli endocannabinoidi ogni volta che il tuo corpo nota che specifici processi devono essere regolati.

 Dopodiché, gli endocannabinoidi trovano i recettori giusti e vi si legano. Questa azione trasferisce le informazioni rilevanti ai recettori dei cannabinoidi e permette loro di agire in base alle informazioni ricevute. Una volta che i messaggi sono stati ricevuti forte e chiaro, gli enzimi entrano per pulire il posto e rimuovere gli endocannabinoidi che hanno appena compiuto il loro dovere e ruolo.

 Questo processo di inviare un messaggio, tradurlo e agire su di esso avviene costantemente e continuamente. Naturalmente, c'è molto di più in questo processo, ed è molto più sfumato di così, ma per quelli di noi che non sono scienziati o neurobiologi, questo è tutto quello che dobbiamo sapere.

Qual è la funzione degli endocannabinoidi e dell'ECS?

Mentre più ricerche devono essere fatte, le prime ricerche suggeriscono che l'ECS gioca un ruolo cruciale in molti processi che contribuiscono a farci vivere una vita felice e sana. Ansia, qualità del sonno, depressione, infiammazioni (compresa l'artrite), dolore e appetito possono essere tutti influenzati da come gli endocannabinoidi e i recettori lavorano insieme.

 L'ECS è diffuso in tutto il corpo. I recettori possono essere trovati nei polmoni, nel fegato, nel cuore, nella pelle e in molti altri posti a cui non si pensa nemmeno, finché non smettono di funzionare correttamente. Avendo risposto alla domanda su cosa sia il sistema endocannabinoide, ora possiamo concentrarci su come questa conoscenza possa aiutarti.

Quali sono gli usi terapeutici dei cannabinoidi?

Ora che sapete cosa fanno gli endocannabinoidi e perché sono così importanti, è il momento di parlare dei cannabinoidi. E sì, gli endocannabinoidi e i cannabinoidi sono due cose diverse!

 I cannabinoidi sono composti chimici che, a differenza degli endocannabinoidi, si trovano in vari ceppi della pianta di cannabis, come la canapa. Non li abbiamo ancora scoperti tutti, ma gli scienziati conoscono almeno 114 cannabinoidi diversi. Alcuni dei più popolari sono il THC (delta-9-tetraidrocannabinolo) e il CBD (cannabidiolo).

 Il THC è noto per la sua capacità di intossicare, mentre il CBD, che si trova in grandi quantità nella canapa, è noto per la sua capacità di apportare benefici alla salute senza farvi sentire sballati. Altri cannabinoidi di cui potreste aver sentito parlare sono il CBN, il CBG o il THC-8, ognuno con un ruolo e una funzione diversi.

 Ma cosa c'è di così unico nei cannabinoidi? La cosa affascinante di questi composti (che sono prodotti da madre natura) è che assomigliano fortemente agli endocannabinoidi prodotti nel corpo umano. Questo significa che il sistema endocannabinoide e il CBD possono lavorare insieme ed essere nella stessa squadra.

 Proprio come gli endocannabinoidi, i cannabinoidi possono legarsi ai recettori CB1 e CB2. Alcuni possono legarsi ad entrambi, mentre altri possono legarsi solo ad uno di questi due. A seconda dei recettori con cui si legano e del messaggio che portano, causeranno effetti diversi.

 Affascinata da questa scoperta, la scienza moderna sta cercando di capire come i vari cannabinoidi interagiscono con l'ECS e come possono essere usati per migliorare la salute umana. Anche se non vi suggeriamo di sostituire nessuno dei vostri farmaci con il CBD, sappiamo che il sistema endocannabinoide e il CBD sono un mix che può funzionare molto bene insieme.

 Inoltre, le prime ricerche suggeriscono che il CBD potrebbe essere uno strumento utile nella gestione dei sintomi di una moltitudine di problemi di salute:

  • Dolore
  • Infiammazione della pelle e delle articolazioni
  • Ansia
  • Nausea
  • Appetito
  • Problemi di sonno

Il sistema endocannabinoide e la salute mentale

Una delle cose su cui i medici specialisti stanno cercando di saperne di più è l'impatto dei cannabinoidi sui pazienti che lottano contro varie malattie mentali. I ricercatori stanno cercando di scoprire se sostenere l'ECS attraverso l'integrazione di cannabinoidi potrebbe essere uno strumento utile nella gestione dei sintomi delle malattie mentali, come:

  • PTSD
  • Ansia
  • Malattia di Alzheimer
  • Schizofrenia
  • Depressione

Diversi studi iniziali hanno dimostrato che esiste una connessione tra alcune malattie mentali e un sistema endocannabinoide disfunzionale, portando la speranza che i cannabinoidi possano essere una sana aggiunta agli attuali metodi di trattamento. Sempre più persone che lottano con le esigenze quotidiane della vita di tutti i giorni hanno anche deciso di mettere in pratica le loro conoscenze sul sistema endocannabinoide e sul CBD. Si rivolgono ai cannabinoidi, come il CBD - e i risultati auto-riferiti sono entusiasmanti.

Il sistema endocannabinoide e la salute fisica

Essendo in grado di partecipare alla gestione di diversi processi come il dolore, l'infiammazione e la tensione muscolare, non c'è da meravigliarsi che i cannabinoidi possano avere un impatto su come voi e il vostro corpo vi sentite.

 Questo è il motivo per cui molte persone con malattie legate al dolore (come la sindrome premestruale, la fibromialgia, l'endometriosi, l'artrite o altri dolori, spesso inspiegabili) parlano con i loro medici del potenziale uso dei cannabinoidi come strumento di gestione del dolore.

 L'uso di integratori di cannabinoidi potrebbe anche aiutare le persone che lottano con malattie gastrointestinali, come il morbo di Crohn o l'IBS, poiché i nostri tratti digestivi sono pieni di recettori di cannabinoidi. Infine, ma non meno importante, i prodotti topici al CBD possono anche essere applicati per sostenere un corpo stanco o ferito.

Molti atleti si stanno rivolgendo a balsami, creme e oli da massaggio al CBD per aiutare i loro corpi a recuperare e ripristinare dopo un pesante allenamento. 

Carenza di endocannabinoidi

Man mano che impariamo di più sul sistema endocannabinoide, una nuova idea sta emergendo nella comunità scientifica. E se la carenza di endocannabinoidi fosse un fattore che contribuisce ad alcune condizioni che non possono essere spiegate altrimenti?

 Se questo è davvero il caso, suggerirebbe che alcune persone che non rispondono ai trattamenti tradizionali potrebbero potenzialmente trovare sollievo nell'atto di integrare il loro ECS. Solo il tempo lo dirà. Dovresti provare ad usare prodotti a base di cannabinoidi? Sfortunatamente, non possiamo rispondere a questa domanda per voi. L'unico modo per dire se questo funzionerà per te è provarlo e lasciare che sia il tuo corpo a parlare.

Ma se il feedback dei nostri clienti può dirci qualcosa, è che il tuo sistema endocannabinoide e il CBD della NATURECAN saranno una squadra vincente.