spedizione gratuita su tutti gli ordini sopra i 20€ 💚

Olio di CBD e menopausa: Può aiutare?

Scritto da Zia Sherrell e rivisto dalla nostra esperta qualificata, Moyra Cosgrove, responsabile della nutrizione di Naturecan, nutrizionista registrata SENR e candidato al DProf alla LJMU

Sommario:

  • Il CBD o cannabidiolo è l'ingrediente attivo dell'olio di CBD ad ampio spettro.
  • La ricerca mostra che il CBD può sostenere le persone che soffrono di dolore, infiammazione, ansia e problemi di sonno.
  • L'olio di CBD può aiutare a sostenere coloro che sperimentano i sintomi della menopausa.

L'olio di cannabidiolo (CBD) è un rimedio naturale a base di piante sempre più utilizzato per vari problemi di salute, tra cui dolore, infiammazione e ansia. Il CBD è noto per aiutare a sostenere il sistema endocannabinoide del corpo, che gioca un ruolo essenziale nella regolazione di molte funzioni del corpo.

A causa di questi effetti, la pratica di usare l'olio di CBD per i sintomi della menopausa sta ora attirando l'attenzione. La ricerca è in corso per determinare se l'olio di CBD può aiutare ad alleviare alcuni dei sintomi scomodi associati alla menopausa, come le vampate di calore e la sudorazione notturna. Mentre la terapia ormonale è un'opzione, chi cerca soluzioni alternative può trovare valore nell'olio di CBD. Ecco cosa devi sapere sull'olio di CBD e la menopausa. 

Cos'è la menopausa?

La menopausa è un periodo di transizione che di solito inizia tra i 45 e i 55 anni e segna la fine della vita riproduttiva di una donna. La menopausa si verifica perché le ovaie smettono di produrre estrogeni e progesterone, il che significa che le mestruazioni cessano.

Le donne raggiungono la menopausa quando non hanno avuto il ciclo per un anno. Tuttavia, i sintomi possono iniziare diversi anni prima durante la perimenopausa, tra cui:

  • Cambiamenti nei periodi mestruali come diventare irregolari, più leggeri o più pesanti
  • Vampate di calore
  • Sudorazione notturna
  • Difficoltà nel dormire
  • Secchezza vaginale
  • Perdita di libido
  • Sbalzi d'umore
  • Problemi a concentrarsi
  • Caduta dei capelli
  • Aumento di peso
cbd per menopausa

Le donne possono anche sviluppare ansia e depressione a causa dei cambiamenti negli ormoni o altri sintomi della menopausa che influenzano la loro qualità di vita.

Il sistema endocannabinoide e la menopausa

Il sistema endocannabinoide (ECS) consiste in una rete di recettori cellulari chiamati recettori dei cannabinoidi. Si trovano nel cervello, nel sistema nervoso centrale e nei tessuti di tutto il corpo, compreso il sistema riproduttivo femminile.

 L'ECS comprende anche gli endocannabinoidi, che sono neurotrasmettitori naturali, e gli enzimi che scompongono gli endocannabinoidi dopo aver svolto la loro funzione. L'ECS aiuta il corpo a mantenere il suo equilibrio naturale o omeostasi. È coinvolto in:

  • Umore
  • Immunità
  • Dolore
  • Sonno
  • Memoria
  • Fertilità e riproduzione
  • Regolazione della temperatura
olio cbd per la menopausa

I composti della cannabis, come il cannabidiolo (CBD), influenzano il funzionamento dell'ECS. Considerando che l'ECS gioca un ruolo nei processi elencati sopra, teoricamente, il CBD potrebbe influenzare i sintomi della menopausa. Tuttavia, la ricerca è finora inclusiva, ma alcune donne riferiscono di aver sentito effetti benefici.

Can CBD oil help with menopause?

Rimangono lacune critiche nella ricerca sugli effetti dell'olio di CBD e della menopausa. Tuttavia, molti studi hanno esaminato gli effetti del CBD su partecipanti diversi dalle donne in menopausa.

 In una di queste revisioni del 2020, gli autori hanno notato che il CBD potrebbe migliorare la qualità della vita, migliorare il sonno, alleviare il dolore cronico e ridurre l'infiammazione. Anche se nessuno studio ha confermato specificamente l'effetto del CBD in menopausa, alcuni di questi sintomi potrebbero essere presenti.

Sbalzi d'umore e ansia

La probabilità di sviluppare problemi di salute mentale, tra cui depressione e ansia, aumenta intorno alla menopausa. I livelli ormonali fluttuanti e altri sintomi scomodi della menopausa potrebbero scatenare questi problemi.

Un corpo di ricerche suggerisce che il CBD può inibire l'ansia e migliorare l'umore. Per esempio, una revisione del 2014 della ricerca effettuata nei topi ha trovato che il CBD ha ridotto la depressione e l'ansia.

Ulteriori prove supportano fortemente il CBD come potenzialmente utile in alcune condizioni, tra cui: 

  • Disturbo d'ansia generalizzato
  • Disturbo da attacchi di panico
  • Disturbo d'ansia sociale
  • Disturbo ossessivo-compulsivo (OCD)
  • Disturbo da stress post-traumatico (PTSD)

Tuttavia, alcune delle condizioni di cui sopra possono essere trattate con farmaci da prescrizione e il medico prescrittore dovrebbe essere consultato prima di aggiungere il CBD a una routine quotidiana.

Disturbi del sonno

La qualità del sonno spesso diminuisce durante la menopausa, il che può avere un impatto negativo sulla qualità della vita.

 In una revisione del 2020, gli autori hanno notato che gli endocannabinoidi influenzano il ciclo sonno-veglia, suggerendo che il CBD potrebbe avere un impatto sul sonno.

Questo effetto è stato identificato anche in uno studio del 2019.

Perdita di densità ossea

L'osteoporosi, una condizione che descrive ossa deboli e fragili, colpisce 1 donna su 4 dai 65 anni in su.

 Gli individui con bassa densità ossea hanno un rischio maggiore di fratture, quindi trattare la condizione è fondamentale.

Attualmente, nessuna ricerca dimostra che il CBD migliora la perdita di densità ossea dopo la menopausa. Tuttavia, ci sono alcuni studi preclinici promettenti. Per esempio, uno studio del 2008 sui topi ha scoperto che il CBD interagisce con un recettore dei cannabinoidi coinvolto nella perdita di densità ossea.

 Gli autori hanno concluso che l'ECS gioca un ruolo essenziale nella regolazione del rimodellamento osseo e che la loro ricerca ha aperto la strada allo sviluppo di farmaci a base di cannabinoidi per combattere l'osteoporosi.  

olio di cbd per menopausa

CBD e vampate di calore: Può aiutare?

Il CBD potrebbe potenzialmente aiutare con le vampate di calore, un sintomo che colpisce l'85% delle donne in menopausa.

 Una vampata di calore o flash è una sensazione improvvisa di calore al viso, al collo o al petto. Può includere sudorazione, vampate, battito cardiaco accelerato e brividi.

Anche se le cause esatte sono sconosciute, la ricerca suggerisce che il calo dei livelli di estrogeni fa sì che il termostato naturale del corpo diventi più sensibile alla minima variazione di temperatura. Quindi, se il corpo è troppo caldo, si verificano delle vampate di calore per raffreddarlo.

Ad oggi, nessuno studio ha esaminato esplicitamente l'uso del CBD per le vampate di calore. Tuttavia, la ricerca indica che il CBD interagisce con i recettori della serotonina. La serotonina è un neurotrasmettitore, e poiché le vampate di calore hanno una base neurochimica, il CBD potrebbe influenzarle in qualche modo.

Inoltre, uno studio del 2018 ha scoperto che il CBD ha ridotto significativamente l'ansia e lo stress. Poiché l'ansia può innescare le vampate di calore, gli individui che sperimentano questi episodi potrebbero trovarlo prezioso. Pertanto, ulteriori studi potrebbero svelare il legame tra olio di CBD e menopausa, e sintomi come le vampate di calore.

Il CBD può aiutare a bilanciare gli ormoni?

Sì, il CBD può aiutare a bilanciare gli ormoni. La ricerca conferma un'associazione tra l'ECS e i processi ormonali o endocrini.

L'ECS regola lo stress, l'umore, il dolore, la fertilità e altro ancora. Il CBD interagisce con l'ECS e i suoi recettori in tutto il corpo. Anche se mancano studi sull'uomo che mostrino come questo influenzi gli ormoni, le prime ricerche su piccola scala del 1993 hanno mostrato che il CBD aiuta a regolare la secrezione di cortisolo. Il cortisolo è un ormone steroideo e il principale regolatore della risposta allo stress.

Alti livelli di cortisolo influenzano altri ormoni, compresi gli ormoni stimolanti la tiroide (TSH) e gli ormoni sessuali. Pertanto, tutto ciò che riduce il cortisolo può aiutare a bilanciare gli ormoni.

Quali tipi di CBD sono migliori per i sintomi della menopausa?

La migliore forma di CBD per i sintomi della menopausa dipende dal problema specifico. Puoi scegliere tra una vasta gamma di prodotti CBD, tra cui olio di CBD, capsule di CBD e balsami di CBD, ognuno con benefici specifici.

olio cbd per menopausa

1. Olio di CBD

L'olio di CBD viene assunto per via sublinguale sotto la lingua.

 Funziona rapidamente e ha un'alta biodisponibilità, il che significa che il corpo assorbe più principi attivi, e gli effetti possono essere sentiti più rapidamente di altre forme di CBD. 

2. CBD capsule

Le capsule di CBD sono un'ottima alternativa all'olio di CBD e rendono semplice gestire il dosaggio.

 Poiché le capsule devono essere digerite prima che il CBD possa essere assorbito, i loro effetti sono più lenti a materializzarsi, impiegando fino a 2 ore per funzionare ma fornendo un effetto su tutto il corpo fino a 8 ore. Sono un'altra buona opzione per il dolore, l'ansia o i problemi di sonno.

capsule cbd per la menopausa
caramelle cbd per la menopausa

3. Caramelle CBD e commestibili

Anche le caramelle gommose al CBD e gli snack al cbd devono essere digeriti prima che il CBD possa essere assorbito.

 Offrono un supporto sistemico per il sonno e la gestione dell'ansia.

 Sono una deliziosa alternativa alle capsule.

4. CBD prodotti topici

Le creme al CBD e altri prodotti topici vengono applicati direttamente sulla pelle per un effetto localizzato, permettendo un'applicazione diretta su articolazioni e muscoli.

 Possono impiegare fino a 30 minuti per funzionare, e gli effetti durano fino a 8 ore.

cbd per la menopausa

Altri modi per affrontare i sintomi della menopausa

I medici a volte prescrivono una terapia ormonale sostitutiva (TOS) per i sintomi della menopausa. Tuttavia, questa decisione viene presa caso per caso, poiché potrebbe non essere adatta a tutti.

 Fare alcuni cambiamenti nello stile di vita può anche aiutare con i sintomi della menopausa. Questi includono:

  • Ridurre i livelli di stress
  • Mantenere un peso moderato
  • Fare esercizio fisico regolare
  • Dormire abbastanza
  • Partecipare ad attività rilassanti come lo yoga e il tai chi
  • Evitare i potenziali fattori scatenanti delle vampate di calore, come il cibo piccante, la caffeina, il fumo e l'alcol

Altri potenziali usi del CBD

La ricerca mostra che il CBD può aiutare a ridurre l'infiammazione e ad alleviare il dolore cronico. Sono necessari più studi per capire gli effetti del CBD nel dolore mestruale, così come in altre cause di dolore.

Come prendere il CBD: Uso e dosaggio

Per aiutarvi a trovare un dosaggio adatto e personalizzato per le vostre esigenze, forniamo un calcolatore di dosaggio dell'olio di CBD.

 In genere, se sei alle prime armi con l'assunzione di olio di CBD e i sintomi della menopausa sono un problema, ti consigliamo di iniziare con un dosaggio basso e di procedere lentamente.

 Basta mettere alcune gocce di olio di CBD sotto la lingua e tenerle lì per circa un minuto prima di deglutire. Questo permette all'olio di CBD di passare attraverso la mucosa orale, entrando direttamente nel flusso sanguigno per fornire un effetto rapido.

 Se non notate alcun beneficio in questo momento, potete aumentare il dosaggio di una piccola quantità ogni 2 o 3 giorni fino a trovare la dose ottimale.

È importante notare che la Food Standards Agency (FSA) raccomanda una dose massima giornaliera totale di 70 mg di CBD per tutti i tipi di prodotti CBD presi in combinazione - ad esempio olio, capsule e CBD negli alimenti.

Il CBD è sicuro?

Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità, il CBD è solitamente ben tollerato e sicuro, e gli effetti collaterali sono rari.

olio di cbd per la menopausa

Cosa cercare nei prodotti CBD

Anche se ci sono migliaia di marche di CBD tra cui scegliere, è essenziale acquistare prodotti CBD da un'azienda che valorizzi gli standard e abbia un'ottima reputazione.

Noi di Naturecan ci impegniamo a effettuare test sicuri e rigorosi per fornire solo il CBD della migliore qualità. Fortunatamente, puoi assicurarti di acquistare il meglio controllando un certificato di analisi (CoA) di un laboratorio accreditato.

Questo documento ti permette di determinare la qualità e la purezza di un prodotto CBD e di vedere i livelli di cannabinoidi che contiene. Naturecan crede nella trasparenza, e siamo orgogliosi di mostrare i risultati del nostro laboratorio su ogni pagina del prodotto. Inoltre, il nostro processo di test in sei fasi garantisce qualità e sicurezza in ogni fase della produzione.

Puoi leggere di più su Naturecan e sui nostri incredibili prodotti qui.

Posso usare il CBD mentre sono sotto HRT?

Sì. Molte donne aggiungono il CBD al loro rituale quotidiano durante la menopausa per beneficiare delle sue proprietà salutari. Tuttavia, consigliamo a chiunque assuma farmaci da prescrizione di consultare il proprio medico prima di assumere CBD.

Non ci sono prove cliniche che il CBD interferisca con la TOS. Tuttavia, un medico può raccomandare di lasciare del tempo tra i farmaci HRT e l'assunzione di olio di CBD per dare a ciascun prodotto il tempo di funzionare.

Il CBD ha effetti collaterali?

Come per qualsiasi integratore, il CBD può causare effetti collaterali in alcuni individui. Tuttavia, questi sono tipicamente lievi poiché il CBD è considerato una sostanza sicura.

 I potenziali effetti collaterali includono problemi digestivi come nausea e diarrea. Le persone potrebbero anche sperimentare secchezza delle fauci, riduzione della pressione sanguigna e stordimento, anche se questi sono più spesso causati dal superamento del dosaggio giornaliero raccomandato.

Quando non usare il CBD

Le persone che sono incinte o che allattano non dovrebbero assumere CBD. Questa precauzione si applica alla maggior parte degli integratori. Anche se nessuno studio ha esaminato gli effetti del CBD in queste popolazioni, gli studi sugli animali mostrano che il CBD può avere un impatto duraturo sulla prole. Pertanto, è meglio procedere con cautela.

Inoltre, le persone dovrebbero essere prudenti nell'usare il CBD se usano regolarmente farmaci. Il CBD può avere effetti indesiderati se mescolato con alcuni farmaci e integratori, in particolare quelli che possono interagire con il pompelmo. Potrebbe anche interferire con il modo in cui il corpo metabolizza i farmaci.

Quindi, se prendi regolarmente dei farmaci, è essenziale chiedere al tuo medico se è sicuro e consigliabile aggiungere il CBD alla tua routine quotidiana.

Conclusioni

Nonostante la necessità di ulteriori ricerche sull'olio di CBD e la menopausa, molti esperti concordano che il CBD ha il potenziale per sostenere il benessere.

 Il CBD potrebbe sostenere alcuni sintomi della menopausa, tra cui ansia, problemi di sonno, dolore e infiammazione. C'è ancora molto da scoprire sull'olio di CBD e la menopausa, ma alcuni individui potrebbero trovarlo una valida aggiunta alla loro routine quotidiana. È importante acquistare prodotti CBD di qualità, quindi assicurati di scegliere una marca che possa garantire il CBD più sicuro ed efficace disponibile.

 Se stai pensando di provare l'olio di CBD e i sintomi della menopausa stanno influenzando la tua vita, visita il nostro negozio online oggi stesso.

Fonti