spedizione gratuita su tutti gli ordini sopra i 20€ 💚

In uno sport molto combattuto, dove la preparazione adeguata è tutto, e la forma è la differenza tra una giacca verde e la mancanza del taglio, i golfisti sono continuamente alla ricerca di modi nuovi ed efficaci per mantenere il loro vantaggio. Il CBD è la risposta?

Cos'è il CBD e come può aiutare?

Il cannabidiolo (CBD) è un estratto completamente non psicoattivo della pianta di cannabis, uno degli oltre 100 componenti naturali, filtrato per rimuovere il 100% del contenuto di THC - dando agli utenti i benefici dell'uso regolare senza l'indesiderato "high". 

Un numero crescente di giocatori del PGA Tour, tra cui il vincitore degli US Open del 2009 Lucas Glover, ha iniziato a usare e sostenere i prodotti CBD. Il motivo? Si attribuisce a questo estratto vegetale completamente naturale il merito di aiutare ad alleviare una serie di disturbi tra cui l'insonnia, l'ansia e l'indolenzimento muscolare.(1)

 Ma con l'uso del CBD relativamente nuovo nel mondo dello sport, i miglioramenti potrebbero semplicemente coincidere con la rinnovata attenzione alla dieta, all'allenamento e ai regimi di recupero negli ultimi anni? Glover non la pensa così: "Sto dormendo meglio e sento che il mio recupero è migliore. Per quanto riguarda la mia salute generale, mi sento benissimo. Posso notare la differenza quando mi sveglio la mattina e questa è una parte importante. Ho sempre avuto dei dolori fastidiosi e doloranti. Anche l'ansia è qualcosa che ho combattuto. Questa è stata la vera attrazione per me".

 Anche il favorito dai fan Bubba Watson è un forte sostenitore, affermando che usa il CBD perché "dopo una dura giornata sul campo da golf, voglio essere in grado di dormire meglio e lasciare che l'infiammazione nel mio corpo vada giù".(2)Che dire dei benefici del CBD durante un round di 18? Sicuramente no, giusto? Beh, le telecamere hanno intravisto Phil Mickelson che teneva alti i suoi livelli di CBD ad Augusta durante i Masters 2019. Se non l'hai visto, vai a controllare tu stesso - una chiara conferma che l'uso del CBD è in pieno svolgimento.

 E con giocatori della loro esperienza e successo che sostengono i prodotti, la popolarità del CBD sembra destinata a crescere in popolarità mentre i golfisti cercano il modo più recente ed efficace per migliorare il loro gioco - sul campo e fuori dal campo. 

Dove è iniziato 


 

Questo eccitante fermento non è iniziato ai vertici delle classifiche PGA, ma è iniziato nelle borse dei giocatori più anziani del Champions Tour professionale. E questo ha perfettamente senso, perché giocare negli ultimi anni comporta una nuova serie di problemi - non si tratta più solo di pratica, forma e forza mentale, ma anche di far fronte a un corpo che invecchia abbinato a un calendario ancora faticoso.

 Il golfista Scott McCarron è uno di questi uomini che, alla ricerca di una risposta per mantenere il suo corpo pronto per i rigori del gioco il più a lungo possibile, ha fatto appello al CBD. Volendo sapere con certezza se il CBD poteva davvero aiutarlo a prolungare il suo tempo di gioco, non ha lasciato nulla al caso e ha monitorato da vicino il suo effetto sul suo corpo: "Sono andato a provarlo circa due settimane dopo, quando sono tornato a casa. Misuro il mio sonno con un dispositivo chiamato WHOOP", ha detto McCarron. "È un dispositivo per il sonno e la tensione. La Major League Baseball, la NFL e gli atleti olimpici usano il dispositivo. Per la prima volta in circa due anni che avevo indossato il dispositivo, stavo prendendo l'olio di CBD, ho iniziato il lunedì e ho avuto un sonno nel verde, che è un sonno fantastico, per sette giorni di fila la prima volta che ho preso questo olio di CBD di notte per aiutarmi a dormire". 

Vuoi prendere il CBD? 

Con quello che McCarron vede come prova schiacciante, non c'è da meravigliarsi che i golfisti di tutte le età stiano iniziando a prendere nota - provando la CBD per se stessi mentre cercano di tagliare il loro numero di colpi. Ma questo solleva la domanda: funziona, ma è legale? Ed è permesso nello sport? In parole povere, sì.

 Dopo la sua rimozione dalla lista delle sostanze proibite della World Anti-Doping Agency nel 2018 e confermata come proibita in competizione, l'uso del CBD tra gli atleti è in aumento, con il golf in testa. La stessa PGA ha dato il via libera al CBD, permettendogli di rientrare nella categoria degli integratori consentiti.

 Tuttavia, quando si tratta di test antidroga, i golfisti devono ancora fare i loro compiti e scegliere solo il CBD di migliore qualità là fuori - quelli che garantiscono la garanzia di qualità e i test di sicurezza di terzi. Perché? Questo dà loro una garanzia certificata che i prodotti che usano, nei dosaggi che usano, mantengono i livelli di THC all'interno del corpo vicino a nessuno in ogni momento.

È ora di fare un tentativo

Con l'espandersi della ricerca e dell'educazione, è chiaro che il CBD non è più il tabù dello spogliatoio che era una volta - piuttosto il contrario. Disponibile in olio, creme topiche, caramelle gommose e capsule, è più facile che mai per i golfisti, sia professionisti che dilettanti, trarre vantaggio dal CBD in un modo che funziona per loro.